Crevalcore: al cinema con “Benvenuti… ma non troppo”

Lunedì 30 gennaio 2017 ore 21.00 presso Auditorium Primo Maggio (viale Caduti di Via Fani, 300 – Crevalcore) per Cinema di inverno, Benvenuti… ma non troppo, un film di Alexandra Leclère.

Benvenuti… ma non troppo
Un film di Alexandra Leclère. Con Karin Viard, Didier Bourdon, Valérie Bonneton, Michel Vuillermoz, Josiane Balasko. Commedia, 106 min. – Francia 2015

A causa di un inverno particolarmente rigido, il governo francese indice misure speciali che obbligano i cittadini proprietari di appartamenti con stanze libere ad accogliere le persone più disagiate, che non possono permettersi un alloggio. Un vento di panico si scatena in tutta la Francia, soprattutto al civico 86 di rue du Cherche Midi, dove sorge un lussuoso palazzo dell’area più esclusiva del centro parigino. Qui abitano la famiglia Dubreuil, d’estrazione borghese e conservatrice, e i coniugi Bretzel, intellettuali e radical chic. La monotonia del condominio verrà messa a soqquadro da questa coabitazione forzata, e nel confronto con i nuovi arrivati gli inquilini benestanti scopriranno la loro vera indole.

Un film che diverte e al contempo induce a riflettere. Lo spettatore viene portato a immedesimarsi nel ruolo dei protagonisti, domandandosi come reagirebbe in una simile situazione. La sceneggiatura, sempre della stessa Lèclere, tiene alta la concentrazione pur essendo un film prettamente incentrato sui dialoghi tra i differenti personaggi. Non mancano i riferimenti alle appartenenze politiche, dimensione attraverso la quale la regista palesa la vera indole dei suoi personaggi, diversi per bandiera o ideali, ma tutti mossi dagli stessi dubbi in una condizione che li vede, ciascuno a proprio modo, dover affrontare le proprie paure. Perché la paura è un’emozione sulla quale Benvenuti…ma non troppo parla allo spettatore, presentando i personaggi sotto molteplici e imprevedibili aspetti: si vredanno quindi i comunisti pronti a scendere in piazza per manifestare, rivelarsi meno ospitali nei confronti dei senzatetto rispetto ai conservatori, più aperti e caritatevoli.
Una trama impegnata, ma messa in scena in maniera volutamente leggera. Gli attori si prestano bene e, tra una casa e l’altra, Alexandra Lèclere non perde occasione per strizzare l’occhio al suo cinema concentrandosi sui rapporti di coppia e sugli equilibri coniugali, qui messi in discussione da una situazione tanto complicata quanto divertente.

comune.crevalcore.bo.it

Potrebbero interessarti anche...