Parodontite e malnutrizione negli anziani: la correlazione analizzata nell’incontro a Rimini

Negli ultimi mesi dello scorso anno si è tenuto a Rimini un incontro per trattare il problema del rapporto tra terza età e igiene orale. I risultati emersi dallo studio non sono stati incoraggianti: solo un over 65 su tre va dal dentista e questa statistica conferma l’alta presenza di problemi ai denti negli individui anziani. Inoltre, dall’indagine è emerso un altro dato che merita una certa attenzione: oltre il 50% delle casistiche relative alla perdita di denti in terza età si dimostra legato alla parodontite, con la conseguente comparsa di un altro fenomeno come la malnutrizione.

I dati analizzati durante il congresso

Il congresso tenutosi a Rimini e organizzato dal Sidp ha quindi sottolineato come la scarsa attenzione alla salute dei denti, con un conseguente sviluppo di problemi come la parodontite, sta alla base della perdita dei denti per più del 50% della popolazione anziana. Conseguenza ancor più preoccupante per la salute, è inoltre sicuramente il fatto che la perdita dei denti causata da questa malattia porta negli anziani seri problemi di masticazione e a successivi problemi nella nutrizione, che a loro volta aggravano i problemi ai denti.

Si tratta di un disturbo che emerge per via di una scarsa attenzione al fattore dell’igiene orale e alle poche visite dal dentista. Secondo i dati raccolti dal Congresso della Corte di Giustizia Popolare per il Diritto alla Salute infatti, la percentuale di over 65 che ha fatto visita al dentista nell’arco degli ultimi dodici mesi si attesta sul 36% e la situazione peggiora se si considerano solo gli anziani over 75, dato che in questo caso si scende al 29%. Ne consegue quindi come il problema risulti particolarmente diffuso e preoccupante sotto diversi punti di vista, sottolineando la necessità di una maggior educazione della popolazione anziana a questi temi e alle problematiche a essi legati.

Prevenire l’insorgenza della parodontite

La cura e le attenzioni nei confronti dell’igiene orale non dovrebbero conoscere età ed esistono diversi consigli utili per prevenire la comparsa della parodontite. In primo luogo si suggerisce di scegliere prodotti per l’igiene orale che siano delicati e che non causino rischi come le irritazioni del cavo orale nelle persone più sensibili. Conviene dunque optare per un dentifricio da farmacia, delicato ma allo stesso tempo indicato per evitare i rischi legati all’insorgenza di carie e placca. In secondo luogo, conviene ricordarsi dell’importanza di strumenti come il filo interdentale, da usare quotidianamente per eliminare i residui di cibo dagli spazi tra i denti evitando quindi l’insorgere della placca e la diffusione di pericolosi batteri. Infine, è sempre estremamente importante sottoporsi a una visita da uno specialista almeno una volta ogni sei mesi per un controllo della propria salute dentale.

Alimenti che aiutano a prevenire la piorrea

La parodontite la si può prevenire anche stando attenti all’alimentazione, optando per una dieta debitamente ricca di verdura e di frutta: questo per via del ruolo della vitamina C, che riduce i rischi di sanguinamento gengivale. Anche il calcio figura nella lista degli elementi fondamentali per uno stile alimentare preventivo, insieme ai cibi ricchi di Omega 3 (come l’olio di pesce). Non bisogna poi scordarsi inoltre dei fermenti lattici: questi ultimi sono infatti consigliati in quanto vanno a rafforzare i tessuti gengivali e la barriera immunitaria, riducendo il rischio di infezioni e infiammazioni del cavo orale.

La parodontite è una malattia che mette a rischio la salute degli anziani ed è dunque meglio prevenirla per evitare che possa portare alla caduta dei denti e alla malnutrizione.

Potrebbero interessarti anche...