Dichiarazione Sara Accorsi – Recupero dell’evasione a Persiceto, operazione verità

Con la presente si trasmette dichiarazione della Capogruppo del Gruppo Consiliare Democratico

 ——-

Operazione verità sul milione e 500.000 arrivato a Persiceto da recupero evasione. NON SONO SOLDI EVASI DAI PERSICETANI!

Il nostro sindaco, ormai frastornato per l’inaspettata notorietà suscitata dal milione e 500.000 arrivati quest’anno al nostro Comune in virtù dell’accordo di collaborazione sottoscritto nel 2009 dalle passate amministrazioni con l’Agenzia delle Entrate, e per il quale vanno esclusivamente ringraziati i bravissimi dipendenti comunali dell’ufficio tributi, in questi giorni è stato intervistato da molti giornali, anche nazionali, e da due Televisioni, LA7 e Canale 5 facendo salire il nostro Persiceto agli onori della cronaca omettendo però di dire una cosa molto semplice e cioè che, come è stato più volte detto in commissione bilancio, l’intera cifra deriva quasi sicuramente da un’unica segnalazione (fatta in autonomia dall’ufficio tributi) di un’azienda immobiliare di grandi dimensioni nazionali che possiede fra gli altri anche alcuni terreni edificabili a Persiceto e che qui a Persiceto non ha probabilmente nemmeno un lavoratore o uno stabilimento, insomma si tratta di evasione fatta sull’intero territorio nazionale e sulla quale la giunta non ha avuto alcun ruolo, tra l’altro la stessa cosa era avvenuta l’anno scorso e sempre dalla stessa fonte erano arrivati circa 500.000 euro.
Peccato che il sindaco ai tanti intervistatori questa importante informazione non l’abbia detta, ed abbia anzi parlato di cose che nulla hanno a che fare con questo milione e mezzo come le rette della mensa scolastica, la tassa del rusco o l’IMU, facendo apparire, speriamo involontariamente, Persiceto come la terra degli evasori e lui nei panni dello sceriffo buono che li assicura alla giustizia.
Onestà intellettuale vorrebbe che lo sceriffo Pellegatti non omettesse di raccontare l’esatta provenienza dell’ingente somma versata alle casse del nostro comune dall’Agenzia delle Entrate. Visto che l’incasso si riferisce all’evasione di un’unica azienda di grandi dimensioni nazionali.
Sicuramente a Persiceto ci sono evasori come nel resto del Paese ma ottenere il risultato mediatico di far sembrare la nostra gente, solo per un po’ di notorietà, come una comunità di furbetti non fa certo onore e giustizia ai tanti Persicetani onesti, alle sua aziende, lavoratori e commercianti che duramente mandano avanti l’economia della nostra comunità.
Nel consiglio comunale del 28 novembre abbiamo chiesto al sindaco di fare chiarezza su questa vicenda e di ristabilire la realtà delle cose. Il sindaco ha preferito non rispondere.

Sara Accorsi
Capogruppo PD in Consiglio Comunale

Qui il video dell’interrogazione in consiglio comunale: https://www.facebook.com/gruppo.democratico.persiceto/videos/497122244231829/

Potrebbero interessarti anche...