25 novembre 2018 “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”

Il 25 novembre si celebra la “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”. A Bologna e nel territorio della città metropolitana sono numerose le iniziative organizzate per sensibilizzare i cittadini sul tema e creare così le basi per un cambiamento profondo.  Tutte le iniziative sono raccolte in un calendario on line sul sito della Città metropolitana dedicato alle Pari opportunità. Tra le tante segnaliamo: questa sera a Palazzo Garagnani, Crespellano (Valsamoggia) “Contro i boss, la terza via delle donne” incontro con Morena Plazzi, magistrato, procuratore aggiunto a Bologna, e con Enza Rando, avvocato, vicepresidente di Libera. Nell’ambito del ciclo di spettacoli e incontri del progetto “Il corpo delle donne. Corpo sociale. Una lunga storia di interazioni”, iniziativa che dà voce alle carte dell’Archivio storico provinciale per raccontare come sono cambiate la maternità, la salute e il benessere femminile nel territorio metropolitano: venerdì 23 novembre, alle ore 19, a Bologna presso l’Aula Magna Ospedale Maggiore (Largo Nigrisoli, 2 Bologna) con lo spettacolo “Madri e figli. Amore e fragilità” diretto da Angela Malfitano con in scena le studentesse e gli studenti dell’isArt Liceo Artistico Arcangeli di Bologna. Tanti gli appuntamenti in programma sabato 24 novembre: a Granarolo dell’Emilia andrà in scena lo spettacolo “Amabili resti” con Angela Malfitano e Dario Faiella, tratto dal libro omonimo di Alice Sebold; a Loiano si presenta il libro di Roberto Menabo’ “MESDAMES A 78 GIRI storie di donne che hanno cantato il blues”; a Ozzano è in programma una fiaccolata per le vie del centro a cui seguirà lo spettacolo “Malanova”. A Zola Predosa si terrà l’incontro “Ascoltiamo… ci parlano di violenza alle donne”; a Sasso Marconi lo psicologo Gabriele Pinto e la biologa Bruna Tadolini si confronteranno sull’evoluzione dei “Rapporti di potere”; Pianoro ha organizzato la lettura pubblica “Le scatole rosse – con la mia voce”; mentre a Crespellano (Valsamoggia) l’appuntamento è con la conferenza “Violenza sulle donne, non giriamo la testa”; a Budrio agli studenti sarà consegnato il ‘fiocchetto bianco’ simbolo dell’impegno maschile contro la violenza alle donne. Infine, a Calderara di Reno in mattinata ci sarà un “Flash mob contro la violenza sulle donne”.   A Castenaso, nell’ambito dell’iniziativa “Oltre la Stanza Rosa“, riflessioni sulla violenza contro le donne tra arte e parole, è in corso la mostra “Dipinti in poesia” di Kate Nuanda e domenica 25 novembre verrà presentato il libro “Il corpo violato” di Maurizio Stupiggia. A Castel Maggiore domenica 25 l’appuntamento è con lo spettacolo di Rossella Dassu “Raptus – Dal mito greco al femminicidio”; sempre domenica a Bentivoglio c’è la proiezione del film: “Ma l’amore c’entra?” di Elisabetta Lodoli; a Calderara di Reno va in scena lo spettacolo “Una, Nessuna, Centomila”. A Monzuno è previsto il “Concerto delle corali Aurelio Marchi e Per futili motivi”. Lunedì 26 a Budrio è in programma l’incontro “Vissi d’arte, vissi d’amore” sulle eroine-vittime nel melodramma.  A Granarolo dell’Emilia alla fiaccolata delle scarpe rosse seguirà lo spettacolo “Yes, I’m a witch”. Imola propone la proiezione dei film “Cosa dirà la gente” (28 novembre) e “Ibi” (13 dicembre). Domenica 2 dicembre, alle ore 18, al Teatro Alice Zeppilli di Pieve di Cento (Piazza Andrea Costa, 17) sempre nell’ambito de “Il corpo delle donne” c’è il reading teatrale “Identità e comunità. Una storia di donne a Pieve”.   A Bologna martedì 4 dicembre si terrà il seminario “Genere e linguaggio nei servizi educativi e scolastici”, mentre la mostra “Il senso del corpo” allestita nella sala esposizioni G. Cavazza (via Santo Stefano 119) resterà aperta fino al 28 novembre.

Ufficio stampa Città metropolitana

Potrebbero interessarti anche...