Aggiornamento della classificazione sismica dei Comuni dell’Emilia-Romagna

È stata pubblicata nel Bollettino Ufficiale delle Regione Emilia-Romagna n. 263 del 08/08/2018 (parte seconda) la Deliberazione di Giunta Regionale n. 1164 del 23/07/2018 con la quale viene aggiornata localmente la classificazione sismica dei Comuni dell’Emilia-Romagna.

La nuova classificazione entra in vigore il sessantesimo giorno successivo a quello della sua pubblicazione sul BURERT. 20 Comuni già classificati in zona sismica 4 sono ora classificati in zona sismica 3.

Tale aggiornamento è stato necessario per omogeneizzare territorialmente la classificazione sismica dei Comuni emiliani contermini alle Regioni Lombardia e Veneto. Scompaiono così le “isole” di Comuni classificati in zona sismica 4, anche di un solo Comune, formatesi in territorio emiliano dopo la riclassificazione in zona sismica 3 della Regione Lombardia (D.g.r. 11 luglio 2014 – n. X/2129).

Sono state recepite, inoltre, le variazioni intervenute a seguito delle fusioni amministrative che hanno determinato la cancellazione di 27 vecchi Comuni e la nascita di 10 nuovi Comuni e il passaggio, nel 2010, dei 7 Comuni dell’Alta Val Marecchia dalla Provincia di Pesaro-Urbino alla Provincia di Rimini.

La classificazione sismica non interferisce con la determinazione dell’azione sismica, necessaria per la progettazione e la realizzazione degli interventi di prevenzione del rischio sismico.

L’azione sismica è definita per ogni sito dai parametri di pericolosità sismica previsti dalle norme tecniche per le costruzioni NTC 2018.

La classificazione sismica costituisce un riferimento tecnico-amministrativo per graduare l’attività di controllo dei progetti e la priorità delle azioni e misure di prevenzione e mitigazione del rischio sismico.

Per approfondire il tema

regione.emilia-romagna.it

Potrebbero interessarti anche...